15 marzo 2020

dobbiamo diventare capaci di guardare a Maria come il punto della nostra quotidiana confidenza

La cordialità di Gianni Bianchi mi consente questo breve intervento di saluto.

Come voi sapete bene, anche indipendentemente da quello che potrei dirvi io, la situazione è difficilissima sul piano umano perché siamo dentro una vicenda dai contorni difficili alla quale siamo arrivati, non per colpa nostra – mi pare che le responsabilità siano di altri – sostanzialmente impreparati e la stiamo vivendo con quella incertezza che non è mai foriera di buone reazioni e di buoni giudizi.

In questo momento io credo che si possa avere un solo valido punto di riferimento ed è la Madonna.

La Madonna è colei che ha portato tutto il peso dell’Incarnazione anzi come dicono alcuni Padri, tra i quali ricordo specificatamente San Bernardo, è stato determinante il suo assenso perché l’Incarnazione potesse avvenire.

Ricordo un’immagine realmente coraggiosissima di Bernardo che cerca di rappresentarsi la Trinità che guarda dal Cielo in attesa della risposta della Madonna. Ecco credo che ci sia soltanto una matura riflessione sulla presenza della Madonna ma non può esserci una matura riflessione sul mistero più grande del Cristianesimo se non consegnando la nostra vita a lei.

Forse è il momento di capire che la fede cattolica implica una confidenza, dobbiamo diventare capaci di guardare a Maria come il punto della nostra quotidiana confidenza, senza questa confidenza tutto diventa grave, difficoltoso, impossibile da portare; sostanzialmente incomprensibile. Non è che quando uno vive confidentemente con la Madonna tutto si chiarisca, ma tutto diventa possibile.

Fratelli credo che dobbiamo chiedere alla Madonna di onorarci della sua confidenza perché noi possiamo onorarla nella nostra vita quotidiana recuperando quella ultima letizia di cui è testimone assoluta da secoli. Seguitemi anche su questo punto perché alla fine saremo premiati.

+Luigi Negri
Arcivescovo Emerito di Ferrara-Comacchio

Pin It on Pinterest

Share This